Oh dolce follia che docile m’inebri
chiedimi tutto ciò che desideri.

Ch’io possa giungere al di là della sfuggente aurora
e del sud il vento chiamare il leggiadro canto.

Audace è colui che crede d’esser dio
perché del senno ne ascolta solo il gemito
e riesce così a porre il passo oltre la soglia dei sogni stessi.

Un sogno, si. È tutto un sogno!
Solo così la realtà appare per come è davvero.
Un lenzuolo sgualcito
imbevuto d’insania, povertà e passione.

Non indugiare in futili domande!

È questo il monito del vero saggio.
Poiché egli sa che è l’unica via,
al fine di poter affermare un giorno
d’aver veramente vissuto.